Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Vanchiglia / Via Santa Giulia

La movida fracassona attanaglia Vanchiglia. Residenti e ambulanti chiedono provvedimenti

Le associazioni di zona hanno chiesto un intervento della Città per i locali che tengono aperto fino alla mattina. Denunce dei consiglieri Poerio del Pdl e Marrone di FdI

VANCHIGLIA - Non il centro città per una volta. Quel che è certo, però, è che la movida torinese non sembra aver intenzione di far dormire sonni tranquilli nemmeno a Vanchiglia. Lo sa bene l’Aearp, Associazione Esercenti Ambulanti Riuniti Piemonte, che di recente ha scritto una lettera di fuoco all’amministrazione. A preoccupare i commercianti è una situazione diventata ormai insostenibile. I locali posizionati lungo il tratto pedonale di via Giulia di Barolo rimarrebbero aperti sino alle prime ore del mattino portando centinaia di persone a riversarsi nell’area che di giorno vien utilizzata per il mercato.

Disagi che chi abita al confine con il centro vive quasi ogni sera. Soprattutto ora che la bella stagione è alle porte. I residenti segnalano traffico, mancanza di parcheggi, inquinamento acustico e atmosferico. “Questi individui sono spesso ubriachi – si legge nella lettera -. Tale situazione è intollerabile. E sull’area pedonale si riscontrano spesso segni di risse, abbondanti tracce di vomito, un intenso odore di cannabis che necessita di alcune ore prima di scomparire”.

I residenti non dormono e gli ambulanti che all’alba fanno capolinea in via Giulia si ritrovano a lavorare in condizioni frustranti. In soccorso del quartiere è intervenuto anche il capogruppo del Pdl della Sette Franco Poerio. “I muri scambiati per orinatoi e le bottiglie lasciate davanti ai portoni possono stufare dopo un po’ – dichiara Poerio -. Non possiamo ignorare queste lamentele. Spaccio di droga e risse sotto casa sono qualcosa di più di una semplice ragazzata”. A presentare un’interpellanza ci penserà anche il duo di FdI in Comune di Torino e circoscrizione Sette Maurizio Marrone e Patrizia Alessi.

“C'e' una nuova movida notturna a portare disagio a Torino – chiosano Marrone e Alessi -. Ma i residenti e commercianti si sono stufati degli schiamazzi e dei disagi. Gli ambulanti non riescono nemmeno a montare i banchi la mattina su un'area ricoperta di vomito, cocci di bottiglia e resti di droghe. Situazioni che l’amministrazione non può ignorare”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La movida fracassona attanaglia Vanchiglia. Residenti e ambulanti chiedono provvedimenti

TorinoToday è in caricamento