Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca Centro / Via Eusebio Bava, 2

Movida selvaggia nella notte: sfondato il portone di un condominio

La protesta dei residenti

Il portone sfondato in via Bava

Movida selvaggia nelle vie di Vanchiglia la notte di domenica 13 settembre 2020. Simonetta Chierici, storica residente che da anni sottolinea gli eccessi della gente che si riversa nella zona, ha postato la foto del portone di casa sua, in via Bava, sfondato da qualcuno e annuncia che presenterà denuncia.

"Nella notte, nelle vie Matteo Pescatore, Bava e Vanchiglia l’inferno 'movida' si è incarnato in una fiumana senza soluzione di continuità con urla sovrumane, calci ad auto e portoni, orina a ruota libera, fino alle 5 del mattino - scrive Chierici -. Per riuscire a spaccare lo spesso e massiccio legno di un portone è necessaria un’aggressività speciale tale da far pensare che colui o coloro che lo hanno fatto fossero animati da intenti che vanno oltre il calcio rabbioso. Qui si è messo in atto un vandalismo 'premeditato' che potrebbe puzzare di vendetta o altro. Questa naturalmente è solo un’impressione senza nessun riscontro oggettivo. Ma il dato più allarmante è questo: se qualcuno dello stabile fosse rientrato nella notte forse, data la violenza cieca che ha guidato questo atto, avrebbe potuto essere aggredito pesantemente".

Nei giorni scorsi circa 200 residenti di alcuni condomini di via Pescatore, via Bava e piazza Vittorio Veneto hanno presentato una denuncia in procura, indicando come responsabili la sindaca Chiara Appendino e il prefetto Claudio Palomba, per segnalare un drastico peggioramento della vivibilità dopo la pedonalizzazione delle due aree sul lungoPo. Un fascicolo di indagine è stato aperto per disturbo della quiete pubblica. 

portone-sfondato-via-bava-200913-2-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida selvaggia nella notte: sfondato il portone di un condominio

TorinoToday è in caricamento