Gli ambulanti attaccano la movida, piazza Santa Giulia invasa da cocci di vetro e bottiglie

Schiamazzi fino all’alba e strade scambiate per discariche alcune delle accuse dei commercianti

In Vanchiglietta dormire la notte è diventata un’impresa da titani. Colpa della movida notturna di alcuni locali e delle bravate dei fruitori che finiscono per mandare su tutte le furie il quartiere.

Per questo una delegazione di residenti ha deciso di presentare una denuncia allegando un dossier con tutti i problemi.

Si va dagli schiamazzi fino all’alba passando per le strade scambiate per discariche e i bidoni dell’immondizia scambiati per orinatoi. Con buona pace per i cattivi odori che non mancano mai.

"Non senza un briciolo di rammarico torniamo a segnalare nuovi gravi episodi di disturbo della quiete pubblica – protesta Mario Bacci, il coordinatore del mercato di zona Vanchiglia -. C’è un continuo via vai di gente ubriaca che urla e che non lascia dormire noi e i nostri figli. Non possiamo neanche permetterci di dire qualcosa altrimenti rischiamo solo di peggiorare le cose>.

Il rispetto delle regole, infatti, continua ad essere un optional. E nemmeno l’arrivo dei bidoncini per la raccolta del vetro ha salvato le strade dai cocci di vetro. Accuse anche dal consigliere comunale dei Moderati, Silvio Magliano. "Basta con il disturbo della quiete pubblica - accusa Magliano -. La movida va progettata e gestita con il coinvolgimento di tutte le parti in causa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torino, abbraccia e bacia una bambina di sette anni al parco: arrestato

  • Meteo, Torino e il Piemonte avvolti dall'aria artica dalla Groenlandia: è in arrivo la neve

  • Piemonte verso la zona gialla e le regole per le festività natalizie: riepilogo

  • Tragedia in ospedale a Torino: paziente si uccide gettandosi dal quarto piano

  • Torino, da due anni viveva alla fermata del tram assieme ai suoi cinque cani: la municipale la salva

  • Come cambia il mercato immobiliare di Torino dopo il lockdown: l'analisi quartiere per quartiere

Torna su
TorinoToday è in caricamento