Cronaca

Movida torinese, arriva l'ok per la programmazione di nuovi insediamenti

Nuovi esercizi potranno nascere tra i quartieri San Salvario, Vanchiglia e Centro, rispettando i canoni previsti dalla giunta comunale

Novità in arrivo per la movida torinese. La Giunta comunale, su proposta dell’assessore al Commercio Domenico Mangone, ha approvato il documento di programmazione dei pubblici esercizi. La delibera individua le zone dei quartieri San Salvario, Vanchiglia e Centro – particolarmente interessata alla movida risulta piazza Vittorio – dove sarà ammesso l’insediamento di esercizi pubblici a condizione che la superficie di somministrazione non sia inferiore ai 50 metri quadrati.

Il documento in questione, inoltre, prevede che con la concertazione delle associazioni di categoria siano individuate aree di Torino con potenzialità  commerciali al fine di attrarre nuovi investimenti. Un primo ambito che risponde alla necessità di ottenere slancio è l’intera piazza della Repubblica, compresa la Galleria Umberto I.

L’apertura di nuovi esercizi potrebbe mettere in atto nuovi flussi commerciali nelle ore serali e nelle giornate festive. Cacciando il degrado, spesso padrone delle periferie. I nuovi esercenti o quelli provenienti da altre zone intenzionati ad aprire locali tra corso Regina Margherita, via Milano e nella Galleria Umberto I usufruiranno delle stesse condizioni favorevoli applicate all'area di Borgo Dora in merito ai parcheggi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida torinese, arriva l'ok per la programmazione di nuovi insediamenti

TorinoToday è in caricamento