Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca Corso Casale, 144

Appello da Madonna del Pilone: "Riqualificate il motovelodromo"

La struttura di corso Casale ospita oggi solo più qualche gara di ciclismo amatoriale. Il Comune starebbe pensando di vendere l'impianto ai privati per riportare il tempo indietro di cento anni

Cedere ai privati per riqualificare, lasciare la struttura allo stato brado o sperare che sia la Città a prendere in mano le redini del gioco. Lo storico motovelodromo Fausto Coppi di corso Casale è tornato argomento di discussione, almeno tra i locali della circoscrizione Sette. L’impianto, oggi lontano parente di quello che era una volta, necessita di un intervento di ristrutturazione. Al momento, infatti, il motovelodromo ospita soltanto un mercatino dell’usato e qualche gara amatoriale di ciclismo.

La struttura di Madonna del Pilone, inaugurata quasi cento anni fa, necessita di ritornare ai fasti di un tempo quando rugby, calcio e ciclismo la facevano da padroni. Peccato che il poco denaro presente nelle casse della Città stia spingendo l’amministrazione a cambiare la destinazione urbanistica dell’impianto sportivo bombardato nel 1943 e ricostruito al termine della seconda guerra mondiale.



Un rilancio della struttura per il coordinatore all’Urbanistica della circoscrizione Sette Gianluca Bosotto. "Se il Comune non può investire allora è giusto affidarsi ai privati – spiega Bosotto -. Chiaramente bisognerà rimettere in sesto il campo e le tribune e fare in modo che l’anello venga utilizzato solo a fini sportivi".

E di gare i cittadini del quartiere non ne vedono una da trent’anni. Il motovelodromo ha ospitato gare di rugby e ciclismo oltre all’atletica ed eventi lirici fino ai primi anni ’80. Poi con la tegola della dichiarazione d’inagibilità la struttura divenne buona solo più per le manifestazioni culturali e per le fiere. E a spingere per la riqualificazione ci sarebbero anche alcuni ciclisti che da un anno avrebbero ottenuto il permesso per utilizzare sporadicamente l’impianto di corso Casale.

"Se si tratta dell’ennesima speculazione tanto vale lasciar perdere – dichiara il capogruppo del Pdl della Sette Franco Poerio -. Il motovelodromo deve rinascere per ospitare eventi sportivi. Attività commerciali o altri progetti rischierebbero di morire ancor prima di nascere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appello da Madonna del Pilone: "Riqualificate il motovelodromo"

TorinoToday è in caricamento