Cronaca

Morto Umberto Eco, aveva 84 anni

A Torino il celebre scrittore e filosofo conseguì la laurea e insegnò all'università

La letteratura italiana e mondiale dice addio a uno dei suoi più illustri esponenti. Si è spento infatti, nella sua casa di Milano, lo scrittore Umberto Eco. Aveva da poco compiuto 84 anni.

Ripercorrere la storia di una figura rinomata e popolare come la sua non è certo facile, tanto è grande l’impronta che Eco ha lasciato nel mondo della cultura contemporanea, così come molteplici sono state le sue professioni – filosofo, scrittore, semiologo – segno di un acume intellettuale e di una capacità critica assolutamente non comune.

Nato il 5 gennaio 1932 ad Alessandria, nel 1954 conseguì la laurea in filosofia all’Università di Torino e, due anni dopo, diede alle stampe “Il problema estetico in San Tommaso”, primo saggio di una lunga serie che comprenderà anche opere quali “Diario Minimo” nel 1963, “Apocalittici e integrati” l’anno successivo e, nel 1977, “Come si fa una tesi di laurea”, quest’ultima divenuta negli anni molto popolare in ambito accademico fra gli studenti che si preparano ad affrontare la tesi, in quanto al suo interno vi sono importanti indicazioni metodologiche relative al tempo di stesura, alle argomentazioni e al linguaggio da utilizzare.

La grande fama internazionale arrivò per lui nel 1980, allorché fece il suo esordio nella narrativa con “Il nome della rosa”, un giallo di ambientazione medievale che vinse il Premio Strega e conseguì un enorme successo in tutto il mondo – fu tradotto in 47 lingue – con oltre 30 milioni copie vendute. Un’opera da cui, tre anni dopo, il regista francese Jean-Jacques Annaud trasse una pellicola – con protagonista Sean Connery – che vinse numerosi premi internazionali. Altre opere di grande spessore furono “Il pendolo di Foucalt” (1988), L’isola del giorno prima” (1994) e “Baudolino” (2000).

Brillante fu anche la sua carriera universitaria, che si svolse tra le cattedre italiane – Torino, Milano, Firenze, Bologna – e straniere – Parigi, San Diego, New York e New Haven – fino al ritiro per limiti di età avvenuto nel 2007. Socio dal 2010 della prestigiosa Accademia dei Lincei, nella sua vita Eco conseguì 40 lauree honoris causa.

Ultime sue opere furono il best-seller “Il cimitero di Praga” nel 2010 e “Numero Zero” nel 2015, romanzo quest’ultimo dallo stile molto diverso dai precedenti, incentrato sul mondo del giornalismo e ambientato a cavallo tra le stragi di mafia e Tangentopoli. 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto Umberto Eco, aveva 84 anni

TorinoToday è in caricamento