Studente del 'Poli' colpito da tubercolosi: è morto in ospedale

Al momento nessun altro contagiato

Il Politecnico, dove è stato riscontrato il caso mortale di tubercolosi

È morto a meta marzo 2019, dopo un paio di settimane di ricovero all'ospedale Amedeo di Savoia, lo studente del Politecnico di Torino a cui a fine febbraio era stata diagnosticata la tubercolosi. Si tratta di un ragazzo cingalese.

I controlli disposti dall'Asl Città di Torino proseguono e non hanno fatto emergere ulteriori criticità, ossia nessun altro ragazzo, almeno per il momento, è stato contagiato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I medici non escludono che il giovane avesse contratto la malattia da molto tempo e che questa fosse rimasta a lungo senza sintomi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso di bellezza pochi mesi dopo che i genitori chiudono l'azienda a causa del lockdown

  • Si sentono male in strada al mare: il figlio muore, il padre è gravissimo. Ipotesi overdose

  • Il film porno è girato nel parco cittadino: nuova performance del noto avvocato e di due pornostar torinesi

  • Lascia l'alpeggio e si sente male: in ospedale scoprono la positività al coronavirus

  • Maxi-incidente in tangenziale: quattro veicoli coinvolti, uno ribaltato e due in fiamme

  • Tragico scontro con un camion, morto un automobilista

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento