Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Orbassano / Regione Gonzole, 10

Morto dopo sette ore di attesa in pronto soccorso all'ospedale di Orbassano: "L'infermiere sbagliò il triage per tre volte"

A ottobre si apre il processo

La procura di Torino ha aperto un fascicolo con l'accusa di omicidio colposo per un infermiere dell'ospedale San Luigi di Orbassano ritenuto responsabile, secondo il pm Giovanni Caspani che coordina le indagini, di un triage errato e negligente, a causa del quale un paziente sarebbe morto dopo sette ore di attesi nel pronto soccorso del presidio sanitario. Secondo il figlio dell'uomo, assistito dall'avvocato Alessandro Bellina che ha presentato l'esposto da cui sono partite le indagini, al padre avrebbe dovuto essere assegnato un codice giallo in quanto aveva da poco subito un intervento di chirurgia vascolare maggiore. Questo avrebbe accorciato il tempo di attesa prima di essere visitato.

La vicenda risale a marzo 2019, mentre il processo si aprirà a ottobre 2021. L'uomo si era presentato alle 14,30 lamentando forti dolori inguinali. Era accompagnato dal figlio. Il codice verde è stato confermato per tre volte, nonostante le sue richieste. Alle 21.15 era stato visitato e trasferito al reparto di chirurgia vascolare dove era poi deceduto per un aneurisma dell'aorta addominale, lasciando la moglie e i due figli. L'infermiere, un 35enne, è difeso dagli avvocati Pietro e Gino Obert.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto dopo sette ore di attesa in pronto soccorso all'ospedale di Orbassano: "L'infermiere sbagliò il triage per tre volte"

TorinoToday è in caricamento