Cronaca Sauze d'Oulx

Le montagne di Sauze d'Oulx piangono Stefano Berrone, morto nello schianto col parapendio: lascia la moglie e tre figli

Gestiva locali in alta quota, era maestro di snowboard e aveva centinaia di ore di volo alle spalle

"Un uomo onesto, ma sopratutto un giovane imprenditore di grande successo con la passione della montagna che stava lavorando per lo sviluppo turistico del nostro paese". Così il sindaco di Sauze d'Oulx, Mauro Meneguzzi, descrive Stefano Berrone, il 40enne suo concittadino morto nel pomeriggio di sabato 19 marzo 2022 in un incidente col parapendio nella zona della val Troncea a Pragelato.

Originario di Torino, si era trasferito in alta valle di Susa 11 anni fa per amore della moglie Ilaria Perron Cabus: la coppia aveva tre figli. "Ste è mancato facendo la cosa che più gli faceva fare - ha detto quest'ultima ai microfoni del Tgr Rai dopo l'accaduto -, e nessuno deve limitarsi perché lui è mancato felice… Quindi vivete a palla e godetevi ogni momento. La vita è bellissima e lui l’ha mostrato a tutti noi".

Lavorava per la Abc, l'impresa del suocero Alessandro Perron Cabus, che è anche amministratore delegato della Sestrieres, la società che gestisce le piste da sci della Via Lattea. Gestiva locali in alta quota tra cui lo Chalet Mollino, dove organizzava cene con degustazioni di vini. Era lui stesso un amante del buon cibo e del buon vino.

Era un grande sportivo, appassionato anche di snowboard, di cui era diventato anche insegnante, oltre che di parapendio, di cui era espertissimo, con centinaia di uscite alle spalle.

Per quanto riguarda l'incidente, le indagini sono ancora aperte e sono condotte dai carabinieri della compagnia di Pinerolo. È verosimile che lo schianto sia stato dovuto a una folata di vento che ha fatto deviare la traiettoria del parapendio in fase di atterraggio.

I ricordi sui social

"Grazie per l’allegria che abbiamo condiviso tante volte, le ore piccole e il lavoro. Ci siamo sentiti pochi giorni fa con la promessa di programmare cose e invece... Mi tengo nel cuore il tuo sorriso e la tua gentilezza. Fai buon viaggio amico mio".

"Ti ricorderò sempre caro Stefano come un grande professionista e una persona speciale. Sono davvero tanto dispiaciuta. RIP e condoglianze alle famiglia".

"Una notizia tremenda, ho avuto la fortuna di conoscerti per lavoro sulle tue amate montagne, ricordo la tua gentilezza e la tua ineccepibile professionalità, non ci possono essere parole adatte, con te va via un pezzo importante di Sauze e non solo. Sentite condoglianze alla tua splendida moglie e ai tuoi figli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le montagne di Sauze d'Oulx piangono Stefano Berrone, morto nello schianto col parapendio: lascia la moglie e tre figli
TorinoToday è in caricamento