rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca Borgo Vittoria / Via Ciamarella, 26

Trovato morto in casa a Torino Borgo Vittoria: è stato ucciso dallo scoppio di un ovulo di cocaina che aveva in corpo

L'autopsia ha risolto il caso: non si è trattato di omicidio e neanche di un soffocamento da cibo

Aly Dia, il senegalese di 48 anni trovato morto nella mattinata di ieri, martedì 8 marzo 2022, sul ballatoio al primo piano del palazzo di via Ciamarella 26 a Torino, ha perso la vita per un'overdose da cocaina provocata dall'esplosione di un ovulo che aveva nell'apparato digerente. La ferita alla testa, invece, è stata provocata verosimilmente sbattendo proprio contro la ringhiera del ballatoio quando, verosimilmente la sera di lunedì 7, l'uomo ha iniziato a sentirsi male.

Ad accertare il tutto è stata l'autopsia eseguita dal medico legale Claudia Rosa su incarico del pm Barbara Badellino della procura cittadina, che coordina le indagini dei carabinieri della compagnia Oltre Dora sull'accaduto. Escluse, quindi, le due piste che prima si ritenevano principali: quella dell'omicidio con un corpo contundente e quella di un malore provocato dal blocco di un boccone nell'apparato respiratorio.

Dallo sviluppo delle indagini è emerso che Dia era rientrato due giorni fa dal Portogallo (lui tra l'altro era in possesso di un passaporto di quella nazione) dove risiede abitualmente. Aveva trovato appoggio per la serata di lunedì nell'appartamento di via Ciamarella dove risulta essere residente anche una donna che, però, non era in casa quando è stato scoperto il cadavere. Avrebbe dovuto espellere gli ovuli che aveva in corpo, ma uno di questo è scoppiato provocandone la morte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato morto in casa a Torino Borgo Vittoria: è stato ucciso dallo scoppio di un ovulo di cocaina che aveva in corpo

TorinoToday è in caricamento