Imprigionato nei meccanismi di una mietitrebbia: tragica morte di un agronomo

In un'azienda agricola

Un agronomo italiano di 52 anni di Pancalieri, Renato Cavaglià, è rimasto ucciso nella mattinata di oggi rimanendo imprigionato in una mietitrebbia durante le operazioni di manutenzione del macchinario. E' accaduto in un'azienda agricola di via Podi, 21 a Virle Piemonte, di cui lo stesso Cavaglià era il titolare. 

Ad accorgersi del decesso sono stati alcuni lavoratori dell'azienda quando ormai non c'era più nulla da fare. I sanitari del 118 intervenuti sul posto non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

Per liberare il corpo è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Moncalieri e gli ispettori dello Spresal dell'Asl To5, a cui competono le indagini sull'accaduto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel palazzo del centro cittadino: uomo si uccide gettandosi nel vuoto

  • Ventiquattro ore dopo, nuovo dramma in autostrada: morto un 26enne

  • Sbanda con l'auto e finisce contro il guardrail: morta una donna

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Perde il controllo dell'auto che invade la corsia opposta: scontro frontale, ragazzo grave in ospedale

  • Abbandona un sacco lungo la strada: “pizzicato” dalle telecamere e sanzionato dai vigili

Torna su
TorinoToday è in caricamento