Cronaca Via Moncenisio, 39

Anziano truffato da un falso postino viene colpito da infarto, morto

La tragedia di un pensionato di Sant'Antonino di Susa: il mattino va a fare denuncia, la sera il malore fatale

immagine di repertorio

E' morto per una crisi cardiaca dopo avere subito una truffa.

La vicenda accaduta a Luciano Dosio, 86 anni, di Sant'Antonino di Susa, è tragica e triste anche se è impossibile dimostrare una correlazione tra i due fatti, accaduti mercoledì 7 dicembre.

Il mattino un finto addetto delle Poste ha bussato al suo appartamento, in via Moncenisio 39. Lui si è fidato e gli ha aperto. L'uomo gli ha raccontato che erano in corso dei controlli sul denaro per evitare che fosse falso e si è fatto mettere in mano 440 euro, che poi gli ha portato via.

Poco dopo l'accaduto l'anziano si è presentato alla stazione dei carabinieri di Borgone di Susa, dove ha sporto denuncia contro ignoti per quanto gli era successo.

La sera uno dei figli, andandolo a trovare nell'appartamento di via Moncenisio 39, lo ha trovato privo di vita per un attacco di cuore. Dosio, del resto, era da tempo cardiopatico.

Della vicenda sono stati informati i carabinieri che, però, difficilmente potranno trovare una correlazione tra i due episodi. E' invece aperta la caccia al truffatore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziano truffato da un falso postino viene colpito da infarto, morto

TorinoToday è in caricamento