Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Cesana Torinese

Slavina a Cesana Torinese, muore la nota guida Luca Prochet

Ad aprile avrebbe compiuto 53 anni, ma questa mattina ha perso la vita a tremila metri di quota. Luca Prochet è una delle due vittime del gruppo di cinque persone travolte dalla massa di neve staccatasi in Alta Valsusa

Luca Prochet, nota guida alpina, è una delle due vittime della slavina avvenuta questa mattina in Alta Valsusa.

Originario di Torre Pellice, ma residente a Usseauk, piccola frazione vicino a Sestriere, 53 anni ad aprile, Prochet era stato direttore regionale della scuola tecnici del Soccorso Alpino fino alla fine dello scorso anno. Questa mattina era salito con un gruppo di cinque persone fino a tremila metri di quota, in località Terra Nera, quando una grossa massa di neve si è staccata e li ha travolti. Un bilancio tragico: due i morti e un ferito trasportato non in gravi condizioni all’ospedale di Susa.

Erano saliti per fare eliski, la pratica dello sci fuoripista in cui si utilizza un elicottero per la risalita. Quando la massa di neve li ha travolti stavano scendendo e non hanno potuto far molto. Il pericolo valanghe era stato segnalato nei giorni scorsi: il bollettino di Arpa dava infatti un livello di tre su una scala di cinque, avvisando di possibili distacchi di neve a causa delle condizioni meteo (sole, vento e nevicate recenti).

Il gruppo era arrivato in elicottero fino a destinazione. La slavina li ha sorpresi intorno alle ore 10 e, nonostante le necessarie attrezzature per lo sci fuoripista, sono stati travolti. Oltre a Luca Prochet una seconda persona è morta, si tratterebbe di un cittadino francese. Uno sciatore è stato invece trasportato all'ospedale di Susa a causa delle ferite riportate, ma non è in pericolo di vita.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Slavina a Cesana Torinese, muore la nota guida Luca Prochet

TorinoToday è in caricamento