Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Cuorgnè

Tragedia a Cuorgnè: morde un tortellino con un gamberetto, morto per choc anafilattico dopo 12 giorni di agonia

Vittima un giovanissimo cameriere

Lorenzo Maio, 19enne di Cuorgnè, è morto la sera di giovedì 12 agosto 2021 all'ospedale Giovanni Bosco di Torino per uno choc anafilattico dovuto alla sua allergia ai crostacei. Faceva il cameriere e la sera di sabato 31 luglio, durante un catering a Rivara, aveva addentato un tortellino contenente un gamberetto. Lo aveva sputato subito, ma non era servito. Lascia il papà Salvatore, che gestisce il bar La Tavernetta in paese, la mamma Monica e la sorella Alessia. I suoi funerali si terranno martedì 17 nella chiesa parrocchiale del paese.

Nessuno tra i suoi conoscenti si aspettava un epilogo così drammatico: il ragazzo aveva avuto reazioni avverse in passato, ma se l'era sempre cavata. Quel sabato sera un suo collega, vedendolo improvvisamente gonfiare nonostante il farmaco che si era subito dato quando si era accorto dell'incidente, lo aveva accompagnato all'ospedale di Ciriè (quello di Cuorgnè è ancora chiuso), ma durante il tragitto il giovane è andato in arresto cardiaco. Da quel momento è stato soltanto un calvario di cui, purtroppo, si conosceva già l'epilogo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia a Cuorgnè: morde un tortellino con un gamberetto, morto per choc anafilattico dopo 12 giorni di agonia

TorinoToday è in caricamento