Lorenzo era un ragazzo sfortunato, ma dalla grande bontà d'animo

Questa estate gli era mancato il papà, così da un po' di tempo viveva con il nonno. Nella nuova scuola era riuscito ad andare avanti, proprio ieri voleva festeggiare il compleanno con i compagni

Era un ragazzino sorridente che si faceva amare da tutti. Così ora i compagni e gli insegnanti dell'istituto Agnelli descrivono Lorenzo, il dodicenne morto nella giornata di ieri in seguito ad un malore improvviso a scuola. Eppure era iniziata bene la giornata per il ragazzino e nulla poteva fare presagire quanto poi accaduto. Il nonno gli aveva infatti dato delle caramelle da offrire in classe per festeggiare il compleanno, cosa che stava per fare poco prima di crollare al suolo.

A raccontare la storia di Lorenzo è il nonno paterno, la persona con cui il dodicenne viveva da qualche tempo e la prima a precipitarsi in ospedale. Questa estate il ragazzino aveva perso il papà e già da un po' la mamma non viveva con lui. Un destino infame che aveva rafforzato il piccolo Lorenzo e che allo stesso tempo lo aveva reso una persona estremamente sensibile e dall'animo buono.

La tragedia ha sconvolto tutto l'istituto di corso Unione Sovietica. Dopo aver visto il compagno accasciarsi di botto al suolo e gli insegnanti fargli il massaggio cardiaco, appena è stato portato al Pronto Soccorso dall'ambulanza gli altri ragazzini sono stati fatti uscire prima. Non era più il caso di fare lezione, non avrebbe avuto senso vista la grande preoccupazione per le condizioni di Lorenzo. Prima di chiamare i genitori in lacrime per farsi venire a prendere, tutti gli studenti della scuola si sono stretti in preghiera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La corsa verso l'ospedale è stata inutile, Lorenzo è morto poco dopo aver lasciato l'istituto che da pochi mesi frequentava. La causa del malore improvviso sarà accertata con l'autopsia, la quale è stata già disposta. Restano le parole e le lacrime del nonno, che ha assicurato che fino ad oggi suo nipote non era mai stato male.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Rapina in farmacia, poi arrivano i parenti del malvivente: 12 volanti per fermarli

  • Cirio firma l'ordinanza: "Da lunedì i supermercati potranno vendere cancelleria"

  • Stanotte torna l'ora legale, lancette in avanti: "Un mix critico col Coronavirus"

  • Coronavirus, Piemonte ai vertici per incremento di posti in terapia intensiva

  • Annuncia di volersi suicidare: ripescato il suo corpo nel fiume

Torna su
TorinoToday è in caricamento