menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La casa di riposo della Consolata a Beinasco: l'anziano vi aveva vissuto per due anni

La casa di riposo della Consolata a Beinasco: l'anziano vi aveva vissuto per due anni

Affetto da legionellosi, muore in ospedale

Dove ha contratto la malattia?

Un torinese di 85 anni è morto all'inizio di settembre 2017 dopo due settimane di ricovero all'ospedale di Rivoli, dove gli era stata diagnosticata, insieme ad altre patologie, la positività all'antigene della legionellosi.

L'uomo, che aveva anche un’infezione acuta ai polmoni e un’aneurisma dell’aorta, era stato operato il 28 luglio all'ospedale San Luigi di Orbassano per una frattura al femore dopo una caduta nella casa di riposo della Consolata, in via Don Bertolino 24 a Beinasco, dove aveva vissuto gli ultimi due anni.

Dopo la segnalazione dell'ospedale rivolese, l'Asl To3 ha disposto controlli in tutte le strutture dove ha vissuto nell'ultimo periodo (c'è anche un centro di riabilitazione dopo l'operazione al femore), tra cui quella beinaschese. Qui sono stati effettuati campionamenti dell'acqua calda. Test interni effettuati nell'ospedale San Luigi solo cinque giorni prima del ricovero dell'uomo hanno invece evidenziato negatività all'antigene della legionellosi. La casa di riposo, intanto, ha deciso di installare un impianto per la sanificazione automatica dell'acqua.

Resta comunque da accertare dove l'anziano abbia contratto la malattia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento