Cronaca Centro / Via San Massimo

Incendio in via San Massimo: la vittima è un tunisino di 39 anni

Non sarebbe morto per il crollo del soffitto, ma sarebbe deceduto carbonizzato il tunisino Jamil Osmane nell'incendio che nella notte di ieri è divampato in via San Massimo a Torino

La vittima dell'incendio che ieri è divampato in una mansarda in via San Massimo a Torino è Jamil Osmane, tunisino di 39 anni, clandestino e con diversi alias. L'uomo, ha determinato il medico legale, è morto carbonizzato prima che il soffitto dell'immobile gli crollasse addosso, come era stato ipotizzato inizialmente. Le cause sono in corso di accertamento, ma secondo i vigili del fuoco le fiamme potrebbero essere divampate dalla scintilla scaturita da una stufa. L'appartamento è di proprietà della famiglia del sindaco di Nichelino. Il danno non è coperto da assicurazione. (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio in via San Massimo: la vittima è un tunisino di 39 anni

TorinoToday è in caricamento