Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

E' di Caselle uno dei rapinatori uccisi a Brescia

Una guardia giurata ha scaricato il caricatore su tre rapinatori dopo un colpo a Quinzano d'Oglio, vicino a Brescia. Ivan Alpignano, 27 anni, di Caselle Torinese, viene colpito a morte

E' di Caselle Torinese uno dei due rapinatori uccisi ieri nel bresciano da una guardia giurata. Doveva essere un colpo semplice, nelle intenzioni dei tre malviventi, quello a Quinzano d'Oglio.

Ma una guardia giurata sui tre ha scaricato il caricatore della pistola d'ordinanza, al vaglio della Procura di Brescia. I fatti. Intorno alle 15, una banda composta da tre rapinatori è entrata in azione; i malviventi secondo i carabinieri avrebbero colpito con modalità analoghe a Borgo san Giacomo (Brescia) e a Imola.

Dario D.G., 29 anni di Cirié (Torino), Otello Astolfi 61 anni, di Ravenna, e Ivan Alpignano di 27 anni, di Caselle (Torino), sono arrivati a Quinzano d' Oglio a bordo di una Fiat Bravo. Maschere di silicone sul volto, in tasca i taglierini. Nella filiale della Cassa Rurale ed Artigiana di Borgo san Giacomo si sono fatti consegnare 10.300 euro, li hanno messi nella borsa di una cliente e sono fuggiti. Ma proprio davanti alla filale Ubi banca, a pochi metri, era parcheggiato il furgone di un portavalori della Fidelitas. Una delle guardie giurate che si trovavano a bordo, non ha perso tempo.


La guardia ha intimato ai rapintaori di fermarsi. In due sono fuggiti verso l'auto, uno avrebbe minacciato il vigilante con il taglierino. I primi colpi dalla pistola della guardia giurata non vanno a segno. Uno dei banditi si nasconde nel negozio di un calzolaio, gli altri due, in auto, mettono la retromarcia. La guardia giurata vede nell'azione un tentativo di colpirlo e spara. I proiettili questa volta vanno a segno. Per Ivan Alpignano, 27 anni, di Caselle e per il 61enne Astolfi non c'è nulla da fare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' di Caselle uno dei rapinatori uccisi a Brescia

TorinoToday è in caricamento