Addio a Giovanni e alla sua musica: per dirgli addio una festa di compleanno al 'suo' rifugio

Morto nell'incidente in montagna

Giovanni Ruffino, 52 anni, suona la sua inseparabile chitarra

Non ci sarà un funerale pubblico, come avrebbe meritato e come probabilmente lui stesso avrebbe voluto visto il grandissimo numero di amici che aveva, per salutare Giovanni Ruffino, il 52enne di San Pietro Val Lemina morto venerdì 22 maggio 2020 precipitando dalle pendici del Monte Pelvo, non lontano dal Colle delle Finestre. Le norme sul coronavirus, purtroppo, impongono che alla cerimonia possano partecipare al massimo 15 persone, quindi soltanto i parenti più stretti.

La sorella Maria Enrica, però, conta di organizzare "una bella festa di compleanno il 22 giugno al rifugio Selleries - scrive su Facebook -, dove verranno disperse le ceneri. Spero che tutti gli amici musicisti possano contribuire con un tributo a Giovanni. Ne approfitto per ringraziare tutti per l’affetto che state dimostrando alla nostra famiglia! Ogni vostro post, ogni telefonata, ogni foto è un pezzo di dolore condiviso!". Ruffino era stato gestore del rifugio sulle alture di Roure alle fine degli anni '90.

Poi aveva deciso di dedicarsi a tempo pieno alle sue passioni: la musica e la montagna. Era un chitarrista, un contrabbassista e un cantautore, componente di diversi gruppi e vincitore anche di alcuni premi. Portava in giro per l'Italia e per la Francia, spostandosi col suo mini-camper, la musica di Georges Brassens. Alle feste di paese nella zona, invece, spesso eseguiva il suo repertorio di canzoni in piemontese. Amava le montagne ed era un alpinista esperto. Si stava allenando per raggiungere la fidanzata Martine, in Francia, da cui era stato separato proprio dall'emergenza per il coronavirus.

Era un amante della pesca e, anzi, aveva insegnato a pescare con la mosca a numerose persone, tante delle quali lo stanno ricordando in queste ore. Aveva due cani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Torino, ruba il portafoglio dimenticato in farmacia. E spende i soldi per fare la spesa: "Non vivo nell'oro"

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Tragedia alla fermata a Torino: colpito da un malore, morto sotto gli occhi di numerose persone

  • Primark apre a Le Gru: in arrivo il marchio che fa impazzire le adolescenti di tutto il mondo

Torna su
TorinoToday è in caricamento