Incidente sul Rocciamelone, morto un escursionista di 65 anni

Giovanni Marini era giunto a pochi metri dalla vetta del Rocciamelone quando, forse per un malore, è scivolato da un sentiero a 3 mila metri. La nebbia ha reso difficile il recupero del corpo

Giovanni Marini aveva 65 anni

Tragico incidente in montagna ieri in provincia di Torino. Giovanni Marini, 65 anni, di Torino, è morto dopo essere caduto da un sentiero a quota 3.000 metri di altitudine. Era arrivato fino a pochi metri dalla vetta del Rocciamelone, in valle di Susa.

Dalle 12 di ieri era scattato l'allarme. Si erano perse le tracce dell'uomo, che aveva effettuato l'escursione da solo. La fitta nebbia che avvolgeva la vetta del Rocciamelone ha reso difficili i soccorsi. Il Soccorso Alpino è riuscito a recuperare il corpo di Giovanni Marini solo nel tardo pomeriggio. Dopo essere caduto, forse per avere messo un piede in fallo forse per un malore, l'escursionista è precipitato per alcune decine di metri.

Il Rocciamelone è una montagna delle Alpi Graie alta 3.538 metri. Si trova nel territorio comunale di Mompantero. Nel medioevo il Rocciamelone era considerato la più alta cima dell'intera catena alpina.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Terribile schianto nel sottopasso, ma è la scena della fiction con Raoul Bova

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Maxi-tamponamento in tangenziale: coinvolti cinque veicoli, traffico paralizzato

  • Scontro tra camion e moto, morto il centauro

Torna su
TorinoToday è in caricamento