Cadavere ripescato nel Po: è di uno storico esponente politico

E' stato un suicidio

Il recupero del cadavere di Francesco Coda Zabet, ieri pomeriggio

E' di un noto politico torinese, Francesco Coda Zabet, 89 anni, il corpo ripescato nel pomeriggio di ieri, martedì 1 agosto 2017, alla diga del Pascolo.

I familiari stanno effettuando il riconoscimento, ma i vestiti che indossava, camicia a righe e pantaloni scuri, corrispondono a quelli che indossava il 27 luglio scorso, quando aveva fatto perdere le sue tracce dopo essersi recato all'ospedale Molinette per un controllo prima di partire per le vacanze a Camogli.

Coda Zabet era uno storico esponente del Partito socialista. Noto negli anni '50 come 'il ras delle tessere', nel 1987 era stato arrestato per una vicenda di tangenti ospedaliere, accusa da cui poi era stato assolto. Ha avuto anche importanti incarichi in istituti bancari e da anni era uscito dalla scena politica.

Secondo i carabinieri, che indagano sull'accaduto, si sarebbe trattato di un suicidio.

Potrebbe interessarti

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • I pericoli in mare e in piscina: l’acqua alta e la congestione

  • Peperoncino: tutti i rimedi al bruciore

  • Cantinetta del vino, come sceglierla: modelli e costi

I più letti della settimana

  • Ragazza arriva in ospedale per un trapianto di cuore, ma i medici salvano il suo

  • Tragedia nel condominio: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Scontro frontale tra moto e auto: due centauri sbalzati via per diversi metri, sono gravi

  • Marito uccide la moglie con una lima da modellismo, dopo qualche ora si costituisce

  • Viene travolta da un'auto mentre attraversa la strada: è grave in ospedale

  • Rimane appesa alla ringhiera del balcone poi cade nel vuoto: ragazza in gravi condizioni

Torna su
TorinoToday è in caricamento