Straniero in attesa di rimpatrio trovato morto nel centro, appiccati incendi per protesta

Ucciso da un malore

Il centro di permanenza e rimpatrio di corso Brunelleschi

Un bengalese di 32 anni è morto all'interno del centro di permanenza e rimpatrio di via Santa Maria Mazzarello. Il suo corpo è stato trovato nella mattinata di oggi, lunedì 8 luglio 2019, all'interno dell'infermeria del complesso.

Il decesso è avvenuto per cause naturali secondo il responso del medico legale intervenuto sul posto. In ogni caso sono aperte le indagini della polizia.

Non si esclude che il gran caldo di questi giorni possa avere avuto un ruolo importante nella morte.

Dopo il ritrovamento del corpo altri migranti hanno appiccato piccoli incendi nel centro, non avendo capito che in realtà si trattava di un decesso per cause naturali. La polizia è intervenuta per calmare gli animi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo un giornata di sciopero: possibili disagi

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Le "soffia" il parcheggio e lui scende dall'auto, la insulta e le stringe il collo

Torna su
TorinoToday è in caricamento