Cronaca

Addio a Cornelio Valetto, l'uomo che portò nel mondo i recipienti Cuki

Aveva portato nel mondo i mitici recipienti Cuki, i rotli di carta d'alluminio, pellicola e da forno. Ma è stato anche un grande partigiano. Si è spento stamane, nella sua casa a Torino

Si è spento questa mattina nella sua casa della Crocetta all'età di 95 anni Cornelio Valetto, figura di rilievo del panorama dell'imprenditoria torinese.

A pochi giorni dal 25 aprile, giorno della Liberazione, Cornelio, malato da tempo, lascia la sua Città, quella per cui aveva combattuto, nelle fila della Resistenza, durante la guerra. A soli 37 anni, cavalcò il boom degli anni '60 guidando il gruppo Comital-Saiag, una multinazionale dai 5mila lavoratori, con sedi commerciali in Italia ed all'estero e che portò nel mondo i mitici recipienti Cuki, i famosissimi fogli d'alluminio, di carta da forno o di plastica Domopak.

Un uomo da molti ricordato anche per il suo stretto legame con Oscar Luigi Scalfaro che aveva incontrato durante un soggiorno di quest'ultimo a Torino. Un ex partigiano, un industriale, un politico, un laureato in filosofia. Cornelio Valetto era un po' ciascuno di essi. Da ricordare il suo impegno politico: consigliere regionale Dc dal 1975 al 1980, nell'Unione industriale di Torino, di cui è stato anche vicepresidente, nella Camera di Commercio, e nei consigli di amministrazione di molte banche, tra cui la Crt.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Cornelio Valetto, l'uomo che portò nel mondo i recipienti Cuki

TorinoToday è in caricamento