Tragedia al centro d'accoglienza: trovato il corpo di un ragazzo

Caos durante la rimozione della salma

Il luogo della tragedia

Un camerunese di 28 anni è morto per cause naturali nella giornata di ieri, mercoledì 15 novembre 2017, nel centro di accoglienza per richiedenti asilo L'Isola di Ariel di via Aquila 21, dove abitava.

Dopo il ritrovamento del cadavere, in serata, una decina di ospiti della struttura ha cercato di impedirne il trasporto verso il furgone dell'agenzia di pompe funebri. Per questa ragione sono intervenute alcune pattuglie dei carabinieri, che sono riuscite, non senza qualche difficoltà, a contenere le proteste le cui ragioni non sono chiare.

Intanto il medico legale ha escluso segni di violenza sul corpo. Il ragazzo, inoltre, era stato ricoverato in ospedale due volte, nei mesi precedenti, per disfunzioni respiratorie.

Il magistrato di turno, in ogni caso, ha disposto l'autopsia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • Benessere psicologico: 5 comportamenti virtuosi per avere una vita più serena

  • Perde il controllo dell'auto, colpisce un'altra macchina e finisce contro il muro: due feriti

Torna su
TorinoToday è in caricamento