L'autobus frena e il disabile si ribalta con la carrozzina: uomo morto in ospedale

Dopo 4 giorni

Immagine di repertorio

È morto al San Giovanni Bosco, nella giornata di domenica 17 febbraio, Francesco Andrea Cagnetta, l'uomo di 81 anni di Torino ricoverato nell’ospedale cittadino dopo essere caduto dalla sua carrozzina mercoledì 13 febbraio, mentre si trovava a bordo di un autobus Gtt della linea 59 in transito in via Pianezza.

I rilievi del sinistro erano stati eseguiti dagli Agenti del Comando V Circoscrizione Lucento/Vallette/Madonna di Campagna che continuano a indagare sulla vicenda. 

A seguito della caduta, l'autista aveva subito arrestato la corsa del mezzo e richiesto l'assistenza medica. Dapprima trasportato al Pronto Soccorso dell'Ospedale Maria Vittoria, l’anziano era poi stato trasferito al San Giovanni Bosco dove è deceduto nella giornata di ieri.

Il giorno dell'accaduto Gtt aveva riferito: "Il disabile era accompagnato. In questi casi l'allaccio delle cinture compete non all'autista, ma all'accompagnatore".   

Il caso è al vaglio del pool sicurezza e salute della procura di Torino, diretto dal procuratore aggiunto Vincenzo Pacileo, che dovrà accertare quanto accaduto quel giorno: se l’uomo fosse stato allacciato oppure no e nel caso in cui lo fosse stato, gli approfondimenti dovranno esaminare la tenuta del dispositivo di sicurezza del mezzo pubblico.

L'autopsia stabilirà in che misura la caduta abbia provocato la morte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Torino, abbraccia e bacia una bambina di sette anni al parco: arrestato

  • Meteo, Torino e il Piemonte avvolti dall'aria artica dalla Groenlandia: è in arrivo la neve

  • Come cambia il mercato immobiliare di Torino dopo il lockdown: l'analisi quartiere per quartiere

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: cosa bisogna fare per avere i codici e vincere fino a 5 milioni

  • Zona Arancione: estesa apertura negozi, maggiori controlli, dentro e fuori, nei centri commerciali

Torna su
TorinoToday è in caricamento