rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Cronaca Moncalieri

Addio al cardinale Severino Poletto, arcivescovo emerito di Torino morto a 89 anni

Nato in provincia di Treviso, si trasferì in Piemonte a 20 anni insieme alla famiglia

Torino dice addio al cardinale Severino Poletto, morto sabato 17 dicembre a 89 anni nella casa di Testona di Moncalieri dove si era ritirato dopo aver rinunciato alla guida della diocesi. Nato a Salgareda (piccolo paese della provincia di Treviso) il 18 marzo 1933, dall'11 ottobre 2010 era arcivescovo emerito di Torino. Come si apprende dalla sua biografia, pubblicata sul sito della Diocesi di Torino, la famiglia Poletto si trasferì in Piemonte nel 1952, dapprima a Rosignano Monferrato e poi a Terranova di Casale. Severino Poletto, dopo aver iniziato gli studi seminaristici a Treviso, nel 1953 - anno della morte del papà - passò al Seminario Maggiore di Casale Monferrato. 

La sua ‘stagione episcopale’ comincia nel 1980: a 47 anni monsignor Poletto è nominato dal Papa (3 aprile) Vescovo Coadiutore di monsignor Giovanni Dadone, Arcivescovo - Vescovo di Fossano. Il 16 marzo 1989 a Monsignor Poletto fu affidata la diocesi di Asti e l'11 giugno successivo vi iniziò il ministero pastorale.

L'esperienza torinese inizia il 19 giugno 1999, con il trasferimento deciso dal Santo Padre da Asti a Torino, per succedere al cardinale Giovanni Saldarini. L'Arcivescovo riceve la berretta cardinalizia nel Concistoro del 24 febbraio 2001, sul sagrato della basilica di San Pietro, insieme con altri 36: sono i primi cardinali del terzo millennio cristiano. Il 2001 è l'anno in cui l'Arcivescovo di Torino lancia anche il suo programma pastorale. Il 10 aprile del 2010 apre la solenne ostensione della Sindone che si conclude il 23 maggio, Solennità di Pentecoste. Lunedì 11 ottobre 2010 annuncia il nome del suo successore: monsignor Cesare Nosiglia, arcivescovo di Vicenza, che prende possesso della Cattedra di San Massimo il 21 novembre successivo. La biografia completa qui 

Il Rosario avrà luogo mercoledì 21 dicembre, alle 17.30, nella Basilica della Beata Vergine della Consolata in Torino. Il funerale giovedì 22 dicembre, alle 15, nella Basilica Cattedrale metropolitana di S. Giovanni Battista. La tumulazione, per sua volontà, avverrà nella Basilica della Beata Vergine della Consolata in Torino.

Il ricordo dell'attuale arcivescovo, monsignor Roberto Repole

"Come accade con ogni persona cara che ci lascia, di fronte alla morte ci ritroviamo un po’ più soli. Ancora di più quando ad andarsene è un pastore: cioè una persona che ha speso la vita nel dedicarsi all’annuncio del Vangelo e alla edificazione della comunità dei credenti in Cristo.

Salutiamo il cardinale Poletto con riconoscenza per il suo servizio alle Chiese del Piemonte e alla Chiesa universale; lo affidiamo nella preghiera al Signore con il rispetto che ha saputo guadagnarsi, nella sua Chiesa e nella società intera, mettendosi a servizio del bene comune, proprio nei momenti più difficili per la vita della nostra Torino.

Vogliamo conservare il suo ricordo con tutto il nostro affetto: l’affetto che abbiamo avuto per lui durante la sua vita, incontrandolo come pastore e padre, sempre disponibile a soccorrere ai bisogni dei suoi figli. E vogliamo soprattutto rimettere, ancora una volta, la nostra fiducia nel Signore risorto, nel quale egli ha fermamente creduto e sperato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio al cardinale Severino Poletto, arcivescovo emerito di Torino morto a 89 anni

TorinoToday è in caricamento