menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il recupero del corpo nel rio Piantonetto

Il recupero del corpo nel rio Piantonetto

Ancora una tragedia in montagna: appassionato di canyoning perde la vita in Valle Orco

Un week-end difficile per gli uomini del Soccorso Alpino

È stato un fine settimana impegnativo questo, in montagna, per gli uomini del Soccorso Alpino. Una persona ha perso la vita durante una discesa con la tecnica canyoning (scendere in verticale tra le gole, con diverse tecniche, ndr) in un torrente nel vallone di Piantonetto, in valle Orco, a monte dell'abitato della frazione Rosone di Locana. In due hanno affrontato le rapide del corso d'acqua, parecchio accidentato e in piena: uno dei due, è stato recuperato in vita dai forristi del Soccorso Alpino mentre per l'altro non c'è stato più nulla da fare.

I soccorritori, dopo una ricerca di alcune ore, hanno individuato il corpo del disperso - Ugo Peroglio, 55 anni, di Rivarolo Canavese - che è stato recuperato con l'eliambulanza del 118 e con l'intervento dei sommozzatori dei vigili del fuoco. 

Non si contano gli incidenti

Nel week-end a perdere la vita sulle montagne torinesi anche uno scialpinista a Balme e un escursionista in Val Chisone. E sono diversi anche gli incidenti occorsi agli appassionati di montagna, segnalati dal Soccorso Alpino.  Nella giornata di domenica sono state recuperate anche due persone con sospette fratture alle gambe nel Vallone del Rio Toglie, nel comune di Viù e presso il Santuario della Vaccherezza, Condove. In entrambi i casi è intervenuta l'eliambulanza 118.

La centrale operativa è stata chiamata anche per soccorrere un minore con sospetta morsicatura di vipera, lungo il sentiero della ferrovia Decauville al lago di Malciaussia, Usseglio. Il recupero del ragazzo è avvenuto in eliambulanza e successivamente è stato ospedalizzato.  In mattinata le squadre dei soccorritori sono intervenuti domenica mattina, per salvare un escursionista precipitato nel vallone del Rio Molinaccio il giorno prima, ma in grado di effettuare la chiamata solo oggi a causa di assenza di copertura telefonica. L'uomo è stato recuperato dall'elicottero e portato in ospedale. Così come lo scialpinista caduto sul Colle delle Ramiere (Sauze di Cesana) a 2850 metri, con sospetta frattura del femore. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento