rotate-mobile
Cronaca

Torinese morto soffocato da un boccone nella comunità terapeutica, la famiglia chiede accertamenti

L'uomo si sarebbe trovato senza controllo al momento dell'accaduto

Un torinese di 59 anni, Calogero Veneziano, che dal 2004 abitava nella comunità terapeutica Il Delfino di Serravalle Scrivia (Alessandria), è morto all'ora di pranzo di domenica 30 luglio 2023 soffocato da un boccone di carne. Sul caso, dopo l'esposto presentato dai familiari assistiti dall'avvocato Federico Schettini, residenti nel capoluogo piemontese, sono in corso le indagini del pm Marcella Bosco della procura di Alessandria, che ha disposto l'autopsia sul corpo, eseguita oggi, venerdì 4 agosto.

Secondo la ricostruzione della famiglia, al momento dell'accaduto non ci sarebbe stato presente alcun assistente, in quanto era il momento del cambio di turno del personale. Veneziano era stato trasferito in quella comunità proprio per problemi inerenti il cibo, di cui era un consumatore compulsivo. Proprio a causa di questa patologia avrebbe raccolto il boccone di carne, gettato da un altro ospite della struttura, da un cestino dei rifiuti. Naturalmente questa ricostruzione dovrà essere ulteriormente accertata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torinese morto soffocato da un boccone nella comunità terapeutica, la famiglia chiede accertamenti

TorinoToday è in caricamento