Si sente male mentre va a caccia con gli amici, inutili tutti i soccorsi: morto

Anche il sindaco col defibrillatore

immagine di repertorio

Un italiano di 61 anni di Beinasco è morto per un infarto nel pomeriggio di ieri, domenica 27 settembre 2020, nei boschi di Roddino (Cuneo), dove si trovava per una battuta di caccia con un gruppo di amici di Piobesi Torinese.

A provare a salvarlo, utilizzando il defibrillatore del municipio, è stato il sindaco del paese, Marco Andriano, visto che i suoi compagni di spediazione sono andati a chiedere aiuto proprio a casa sua, che si trova ai margini del bosco.

Quando sul posto sono arrivati i sanitari con l'elisoccorso ormai per l'uomo non c'era più nulla da fare. Il suo corpo è stato poi trasportato alle camere mortuarie del cimitero del paese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

  • Rivoli, il videogioco usato per adescare i bambini e invogliarli a farsi foto e video nudi

  • Come sarà l’inverno in Piemonte? Arriva la neve a dicembre? Risponde il meteorologo di 3bMeteo

Torna su
TorinoToday è in caricamento