Un volo fatale di 400 metri: è morto l'escursionista disperso sul Rocciamelone

In corso le operazioni di recupero della salma in condizioni di precaria visibilità. Andrea Stra, 46 anni, abitava a Moncalieri

Il rocciamelone (immagine di repertorio)

E' morto precipitando per 400 metri in un crepaccio Andrea Stra, il 46enne di Moncalieri di cui mancavano notizie da ieri, quando era uscito per un'escursione sul Rocciamelone.

Il suo corpo è stato individuato in un crepaccio a un'altitudine di 3.070 metri, mentre la sommità da cui è caduto è a circa 3.500 metri.

Sul posto stanno lavorando i vigili del fuoco e il soccorso alpino, che operano in condizioni rese a dir poco proibitive dalla mancanza di visibilità.

Stra, che lavorava come istruttore di nuoto alla piscina comunale di Nichelino, era noto per la sua attività di fotografo. Aveva esposto anche alla Biennale di Venezia, oltre che a Genova e Torino. Si contraddistingueva per gli scatti in bianconero che faceva un po' da tutto il mondo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Perde il controllo dell'auto, colpisce un'altra macchina e finisce contro il muro: due feriti

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • Benessere psicologico: 5 comportamenti virtuosi per avere una vita più serena

Torna su
TorinoToday è in caricamento