Cronaca

Alpinista precipita e muore sul Monviso: cordata francese bloccata per lo choc

A intervenire gli uomini del soccorso alpino piemontese

Un tecnico del soccorso alpino accompagna la cordata francese in discesa dal Monviso

Il corpo senza vita di un alpinista è stato recuperato oggi, domenica 9 settembre, sul Monviso dagli operatori del soccorso alpino piemontese. Il punto del ritrovamento è a quota 3.700 metri lungo la "Via della Lepre", che conduce dalla via normale alla cresta est. L'uomo non è stato ancora identificato: era infatti privo di zaino e di documenti. Nelle indagini sono impegnati i carabinieri di Saluzzo.

L'intervento è scattato dopo la segnalazione, in mattinata, di tre alpinisti francesi appartenenti a una delle cordate del Cai impegnate nella salita, che hanno visto l'uomo precipitare nel vuolo. Gli alpinisti francesi sono rimasti sotto choc e non se la sono sentita di proseguire. I tecnici del soccorso alpino hanno quindi imbarcato la salma sull'elicottero e hanno in seguito raggiunto la cordata francese che non poteva più essere evacuata dal velivolo a causa del sopraggiungere della nebbia.

È stato allora necessario formare due nuove cordate per riportare a valle in sicurezza gli alpinisti. Mentre le cordate procedevano verso l'alto dove la cresta est si ricongiunge alla via normale, l'eliambulanza trasportava altri due tecnici nei pressi del Bivacco Andreotti da dove hanno iniziato a salire per raggiungere la comitiva. Le squadre di tecnici e gli alpinisti in difficoltá si sono ricompattate e hanno iniziato la discesa finché un'apertura delle nuvole ha consentito all'eliambulanza del 118 partita da Torino, di ricuperare l'intero gruppo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alpinista precipita e muore sul Monviso: cordata francese bloccata per lo choc

TorinoToday è in caricamento