Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca San Giusto Canavese

Incidente tornado, i soccorritori "Non ci sono superstiti"

Secondo quanto sostenuto dall'Aeronautica, l'impatto sarebbe stato ortogonale, in pratica i due aerei si sono scontrati perpendicolarmente. Questo lascerebbe presupporre un errore umano

Alessandro Dotto ha perso la vita nell'incidente che martedì pomeriggio ha coinvolto due caccia Tornado sui cieli di Ascoli Piceno.

Le notizie non si possono dire completamente ufficiali dato che sono stati ritrovati solo due corpi su quattro, ma per i soccorritori non ci sarebbero speranze di trovare gli altri due piloti ancora in vita.

Nello scontro sono morti anche i colleghi del capitano di San Giusto Canavese, i militari Giuseppe Palminteri, Paolo Piero Franzese e Mariangela Valentini, di Borgomanero.

Secondo quanto emerge dall'indagine della procura di Ascoli, i due Tornado sarebbero spariti dai radar un attimo prima dell'impatto. Volavano ad un'altezza di 1800 piedi, pari circa a 600 metri.

Da quanto emerge dalle relazioni consegnate ai pm marchigiani da parte dello Stato Maggiore, l'incidente non sarebbe avvenuto durante un volo di addestramento come si pensava, ma durante una vera e propria esercitazione. I due caccia, partiti dalla base di Ghedi, sono andati verso l'area destinata all'addestramento.

Secondo quanto sostenuto dall'Aeronautica, l'impatto sarebbe stato ortogonale, in pratica i due aerei si sono scontrati perpendicolarmente. Questo lascerebbe presupporre un errore umano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente tornado, i soccorritori "Non ci sono superstiti"

TorinoToday è in caricamento