menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Aldo Faraoni il giorno dell'arresto di Furchì

Aldo Faraoni il giorno dell'arresto di Furchì

Morto l'ex questore Aldo Faraoni. Aveva un male incurabile

Questore del capoluogo piemontese dal 2008 a febbraio 2013. L'ultimo arresto eccellente è stato Francesco Furchì, il presunto attentatore del consigliere comunale Alberto Musy

Nella notte è morto l'ex questore di Torino, Aldo Faraoni. Aveva 65 anni e da meno di tre mesi era in pensione.

Da tempo era malato e da qualche giorno le sue condizioni erano peggiorate, tanto da costringerlo al ricovero in ospedale al Mautiziano. Il suo era un male incurabile.

Aldo Faraoni ha diretto la Questura del capoluogo piemontese dal 2008 e fino a febbraio 2013. Originario di Sutri, in provincia di Viterbo, dopo la laurea in giurisprudenza era entrato a far parte della Polizia. Era il 1974. Si è distinto per essere sempre stato in prima linea nella lotta al terrorismo e alla criminalità organizzata. L'ultimo arresto eccellente è stato Francesco Furchì, il presunto attentatore del consigliere comunale Alberto Musy.

"Il mio è stato uno degli incarichi più lunghi da questore. Svolgerlo è stata un'esperienza entusiasmante e gratificante. Inoltre, chiudere la carriera in Polizia, dove l'avevo iniziata una lontana domenica di ottobre del 1974, per me è veramente il massimo". Queste sono state le parole di Aldo Faraoni nel giorno in cui ha lasciato il suo incarico professionale ed è andato ufficialmente in pensione.

Un anno esatto prima di andare in pensione (era febbraio 2012), l'allora questore era stato colpito da un malore improvviso mentre si trovava all'interno della Prefettura. Trasportato all'ospedale Mauriziano, gli era stata diagnosticata la stenosi serrata all'arteria carotide sinistra. Quella stessa notte fu operato.

La camera ardente sarà aperta al pubblico a partire dalle ore 10 alle ore 18 di domani, 1° maggio, presso la Cappella del Reparto Mobile in via Veglia, 44. I funerali si terranno presso la chiesa di Santa Maria Ausiliatrice, in Piazza Maria Ausiliatrice 27, il giorno 2 maggio alle ore 11.

SINDACO PIERO FASSINO “Ci lascia un generoso e leale servitore dello Stato che ha saputo garantire ogni giorno la sicurezza dei cittadini con equilibrio e competenza. Torino gli rivolge un ultimo saluto con commozione e gratitudine”.

PRESIDENTE PROVINCIA ANTONIO SAITTA "Commosso e addolorato per la scomparsa prematura di una persona perbene, un uomo d'altri tempi, un vero servitore dello Stato che univa alle sua grandissima professionalità rare doti di umanità e sensibilità. Esprimo alla famiglia del dottor Faraoni e a tutta la Questura di Torino la vicinanza mia personale e dell'Amministrazione che rappresento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento