rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca Pinerolo

Una vita sulla mountain-bike e per la difesa dei sentieri: addio al presidente Agostino, lascia moglie e tre figli

Morto precipitando con la sua bici

Girava con la sua mountain-bike sette giorni su sette e, quando scendeva sulle montagne, lo faceva per risistemare i sentieri del Cai, di cui era volontario.

Sono in tanti a piangere Agostino Benedetto, autotrasportatore 65enne di Pinerolo in pensione da qualche anno, morto martedì 23 ottobre 2018 precipitando, con la sua bicicletta, in un burrone vicino al colle Seillière, in val Pellice, sopra il rifugio Granero quasi al confine con la Francia.

Lascia la moglie e tre figli adulti.

Era il presidente dell’associazione sportiva Monviso Bike di Cavour, con cui partecipava a diverse manifestazioni di mountain-bike. Sulle montagne della zona era facile trovarlo girare con la sua divisa rossa.

"Oggi non perdiamo solo un socio, un amico, un 'collega', perdiamo una persona che spendeva la sua vita per aiutare gli altri", scrive su Facebook Matteo Bourcet, segretario del Cai di Pinerolo.

Una delle sue battaglie era stata, nel 2017, una raccolta di adesioni su Facebook per impedire che si vietasse alle mountain-bike di circolare nelle aree protette delle Alpi Marittime, tra la Liguria e il Piemonte, che comprendono porzioni delle valli Tanaro, Pesio, Vermenagna, Gesso e Stura.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una vita sulla mountain-bike e per la difesa dei sentieri: addio al presidente Agostino, lascia moglie e tre figli

TorinoToday è in caricamento