Cronaca

Addio a Giuseppe, figura di riferimento della cultura torinese

Il fratello e regista Mimmo: “Oggi ti saluto con un applauso per il tuo coraggio”

Giuseppe Calopresti

È morto a 63 anni Giuseppe Calopresti, figura di riferimento della cultura torinese, documentarista e organizzatore di importanti mostre d’arte, ma soprattutto produttore cinematografico. Per molti anni ha collaborato con il fratello Mimmo e nel 2008 è stato produttore esecutivo de “La fabbrica dei tedeschi”, lungometraggio di Mimmo Calopresti che racconta la tragedia della ThyssenKrupp di Torino (6 dicembre 2007) attraverso diverse testimonianze e interviste.

Beppe Calopresti è stato anche dipendente della Regione Piemonte. Sono in molti a ricordarlo oggi come una persona buona e gentile. Chi l’ha conosciuto scrive: “È con lacrime e sorrisi che si può salutare una persona come te. Rimarrai sempre nel mio cuore, nella mia memoria. Quando i bambini mi chiedevano: ‘come si disegna una persona buona?’ era te che indicavo. Ciao Giuseppe. Ciao Beppe”. Un altro amico aggiunge: "Sei nell'album dei miei ricordi più belli, sempre con il sorriso, sempre positivo, sempre 'tante cose' ...".

Qui il ricordo del fratello Mimmo che lo chiamava affettuosamente “Pe”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Giuseppe, figura di riferimento della cultura torinese

TorinoToday è in caricamento