Lutto nel mondo del giornalismo, a 94 anni è morto Arrigo Levi

Per 5 anni direttore de “La Stampa” dal 1973 al 1978

È “La Stampa”, il giornale da lui diretto dal 1973 al 1978, a dare la notizia della morte di Arrigo Levi, giornalista di fama internazionale e scrittore. Il quotidiano torinese ricorda le parole che Levi pronunciò durante una lectio magistralis al ricevimento del Premio Casalegno: “I cinque anni e mezzo trascorsi a Torino sono stati i più intensi della mia carriera. Anni duri e drammatici, segnati dal terrorismo e dalla morte di amici carissimi”. 

Nella metà degli anni sessanta Levi si era dedicato al telegiornale e aveva legato il suo nome a molte trasmissioni televisive, in gran parte realizzate per la Rai, come Tam tam. Nel corso della sua lunga carriera Levi ha anche legato il suo nome a giornali esteri (tra cui il Times) e italiani (Corriere della Sera, Libertà e Gazzetta di Modena, Gazzetta del Popolo, Il Giorno). È stato anche consigliere per le relazioni esterne del Quirinale con Carlo Azeglio Ciampi e Giorgio Napolitano.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Torino, ruba il portafoglio dimenticato in farmacia. E spende i soldi per fare la spesa: "Non vivo nell'oro"

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Tragedia alla fermata a Torino: colpito da un malore, morto sotto gli occhi di numerose persone

  • Primark apre a Le Gru: in arrivo il marchio che fa impazzire le adolescenti di tutto il mondo

Torna su
TorinoToday è in caricamento