menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piemonte, morti sul lavoro: 82 le vittime nel 2015

Nella provincia di Torino registrate 29 morti bianche, 6 delle quali in itinere

Emerge una drammatica realtà nell’ultima indagine elaborata dall’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro Vega Engineering di Mestre sull’emergenza morti bianche in Piemonte nel 2015. Sono 82, infatti, gli infortuni mortali sul lavoro registrati in regione nei dodici mesi dello scorso anno: 66 quelli rilevati in occasione di lavoro e 16 in itinere.

E nei primi due mesi del 2016 il Piemonte indossa la maglia nera in Italia per numero di vittime registrate nei luoghi di lavoro: sono già otto. Ma i numeri dello scorso anno sono ancor più sconfortanti perché parlano, purtroppo, di una media di sette vittime al mese. 

Nel 2015 Torino fa rilevare il dato peggiore con 29 morti bianche (6 delle quali registrate in itinere), seguita da Cuneo (20 – di cui 3 in itinere), Alessandria (13 - 3 in itinere), Novara (8 - 1 in itinere), Asti (5 - 1 in itinere), Vercelli (4 - 2 in itinere) e Verbano Cusio Ossola (3). 

Il capoluogo piemontese, poi, è caratterizzato da un altro dato: è al quinto posto nella graduatoria nazionale per numero di vittime rilevate in occasione di lavoro (23), preceduto da Bari (26), Napoli (34), Milano (35) e Roma (47). Ma anche Cuneo emerge, purtroppo, nella stessa classifica con le sue 17 vittime e il settimo posto. 

Il Piemonte è, poi, al 12° posto per incidenza di mortalità sulla popolazione lavorativa con un indice pari a 36,7 rispetto alla media nazionale (39,2).

Il totale delle morti sul lavoro registrate in Italia da gennaio a dicembre 2015 sono state 1.172 delle quali 294 conseguenti ad un incidente in itinere. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento