Due ex dipendenti morti e tre ammalati: va a processo l'ex manager degli stabilimenti

È l'unico ancora in vita

Uno degli ex stabilimenti della Michelin

Va a processo per l'ennesima volta l'ultranovantenne ex direttore degli stabilimenti Torino Dora e Torino Stura della Michelin.

Mercoledì 29 maggio 2019 il giudice Paola Boemio ha disposto il rinvio a giudizio per i reati di lesioni colpose nei confronti di tre ex dipendenti e di omicidio colposo ad altri due per casi di malattie professionali (tumori alla vescica ed alla laringe) che hanno ucciso persone che hanno lavorato negli stabilimenti, accogliendo la richiesta del pm Francesco La Rosa.

L'imputato, difeso dagli avvocati Alberto Vercelli e Giovannandrea Anfora, è l'ultimo dei manager dell'azienda ancora in vita, in quanto l'amministratore delegato e l'altro direttore di stabilimento (già sottoposti a numerosi processi) sono deceduti nel corso delle indagini preliminari.

L'accusa nei suoi confronti è di non aver adottato le cautele necessarie a salvaguardare la salute dei lavoratori, esponendoli così a sostanze cancerogene (tra cui amianto ed ammine aromatiche).

Gli interessi risarcitori degli ex dipendenti sono tutelati dagli avvocati Matteo Bonatti e Giulia Sattanino, esperti in infortunistica sul lavoro e malattie professionali, e dall'avvocato Corrado Pinna.

Il processo avrà inizio a fine ottobre 2019.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ventiquattro ore dopo, nuovo dramma in autostrada: morto un 26enne

  • Sbanda con l'auto e finisce contro il guardrail: morta una donna

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Perde il controllo dell'auto che invade la corsia opposta: scontro frontale, ragazzo grave in ospedale

  • Abbandona un sacco lungo la strada: “pizzicato” dalle telecamere e sanzionato dai vigili

  • Moto trovata in un fosso a bordo strada: centauro morto nonostante i soccorsi

Torna su
TorinoToday è in caricamento