rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca Orbassano

Due donne vittime della legionellosi: erano entrambe al ritorno dalle vacanze

Medici non sono riusciti a salvarle

Due donne italiane sono morte nei giorni scorsi di legionellosi.

Il primo caso è avvenuto venerdì 14 settembre 2018 all'ospedale di Livorno, dove qualche giorno prima era stata ricoverata Silvana Piarulli, 59enne di Orbassano, che stava tornando col marito da una vacanza in Calabria. I medici pensavano che fosse stata colpita da epatite ma le analisi hanno poi rivelato la vera natura della malattia, quando ormai era troppo tardi per fare qualsiasi cosa. La donna, che soffriva di una grave forma di anemia, aveva vissuto a lungo a Borgaretto di Beinasco, dove aveva gestito un negozio di porcellane, poi si era trasferita in Toscana per aprire un bar ristorante e infine era tornata a Orbassano per stare più vicina ai tre figli e ai due nipoti.

Una seconda donna, italiana di 83 anni residente a Torino, di cui ancora non sono state rese note le generalità, è morta invece domenica all'ospedale Maria Vittoria, dove era stata ricoverata per una sospetta polmonite. Anche in questo caso quando è arrivata la diagnosi della reale patologia era troppo tardi per salvarla con la terapia antibiotica. In questo caso la vittima era già tornata a casa dalle vacanze estive trascorse recentemente in Liguria.

Per entrambe sono aperte le indagini sul luogo dove possano avere contratto il batterio della legionella.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due donne vittime della legionellosi: erano entrambe al ritorno dalle vacanze

TorinoToday è in caricamento