Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Morte sul lavoro di Bogdan Mihalcea: chiesto un anno per l'ad della Smat

Nel processo per la morte di Bogdan Mihalcea, operaio romeno di 24 anni che nel 2006 morì mentre lavorava, il pm Nuccio ha chiesto sei condanne a pene comprese tra un anno e due anni e due mesi per omicidio colposo

Il pm Marina Nuccio ha chiesto pene comprese tra un anno e due anni e due mesi per omicidio colposo nel processo in corso a Torino per la morte di Bogdan Mihalcea, operaio romeno di 24 anni che il 6 luglio 2006 morì travolto da un'improvvisa ondata di acqua e fango mentre lavorava a una condotta della fognatura nel capoluogo piemontese.

Sei le richieste di condanne: due anni e due mesi sono stati chiesti per i due titolari della ditta per cui lavorava la vittima; un anno, invece, per l'amministratore delegato della Smat, la società pubblica che effettua il ciclo integrato delle acque nel capoluogo piemontese, e per tre tecnici della stessa società. Ha già patteggiato una pena di dieci mesi l'amministratore unico della Fedet, la ditta che aveva in gestione gli appalti della manutenzione delle fognature.


Secondo l'accusa, il cantiere fu allestito senza un piano adeguato dei rischi, come la previsione di un allagamento improvviso, e Mihalcea, lavoratore in nero, si trovava nel sottosuolo senza dispositivi di protezione. La Smat ha già risarcito i familiari di Mihalcea con 200 mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte sul lavoro di Bogdan Mihalcea: chiesto un anno per l'ad della Smat

TorinoToday è in caricamento