menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Vittoriana Armento, la mamma di 36 anni deceduta dopo la doppia dimissione dall'ospedale

Vittoriana Armento, la mamma di 36 anni deceduta dopo la doppia dimissione dall'ospedale

Il dolore raccontato su fb prima di morire: “Madonnina mia proteggi sempre i miei figli”

Vittoriana Armento si è spenta nella sua casa di Caselette dopo una doppia dimissione dall’ospedale di Rivoli. Il suo decesso non ha ancora un perché, ma la sua agonia l’ha raccontata lei stessa sul social network fino a poco prima di morire

“Madonnina mia proteggi sempre i miei figli, le persone a cui voglio bene e chiunque stia leggendo questo messaggio”. Parole di un post pubblicato mercoledì pomeriggio che lette ora fanno venire i brividi. A condividere la frase è stata Vittoriana Armento, la mamma di 36 anni morta poche ore dopo la preghiera fatta sul social network in seguito a una doppia dimissione dall’ospedale di Rivoli nei due giorni precedenti.

“E cm domenica...mi sn meritata un giro in ambulanza e giornata in ospedale ......ma in fondo sn una roccia ...sn figlia di mia madre”, scriveva Vittoriana il 13 ottobre, martedì, dopo essere tornata al pronto soccorso qualche ora dopo che i medici l’avevano mandata a casa con una diagnosi di “dispepsia e disturbi gastrici”, tradotto un semplice fastidio provocato magari da una difficoltà di digestione. Lamentava un forte dolore all’addome e al torace, cosa che aveva scritto anche agli amici che le chiedevano come mai fosse in ospedale: “Dolore forte al petto e sono svenuta”. Dopo oltre dodici ore, quando l’orologio aveva superato già la mezzanotte, la seconda dimissione con il responso di "dolore toracico atipico". “Ho visto giornate di merda migliori”, sentenziava Vittoriana su Facebook.

Madre di due bambini che amava più di ogni altra cosa, Vittoriana si è arresa mercoledì, il giorno in cui aveva iniziato la giornata facendo gli auguri di compleanno a una persona per lei speciale: “Tanti auguri - scriveva alle 9.43 - a quel monellaccio e testone di mio padre”. Poi le sue condizioni si sono aggravate ora dopo ora.

Poco prima delle ore 14 Vittoriana ha salutato tutti condividendo una foto divertente. Lei era così, le piaceva ridere e le sue foto lo dimostrano più di ogni altra cosa. Sul perché della sua morte se ne saprà di più lunedì quando sarà eseguita l’autopsia. Per il momento continuano le indagini da parte della magistratura: il pm Raffaele Guariniello ha aperto un fascicolo con l’ipotesi di reato di omicidio colposo a carico, per il momento, di ignoti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento