Vauda Canavese: operaio uccide la moglie e si consegna ai Carabinieri

Ha sparato a Mariella Gili Vinardi prima di chiamare le forze dell'ordine per denunciare il proprio gesto. Vivevano in una villetta con i genitori anziani di lei, pare che nell'ultimo periodo i rapporti si fossero deteriorati

La scorsa notte un uomo a ucciso la moglie sparandole alla nuca a Vauda Canavese, nel torinese. A tragedia compiuta ha lui stesso chiamato i Carabinieri per consegnarsi. La vittima è Mariella Gili Vinardi, di 46 anni, uccisa dal marito, Salvatore S., 51 anni, che ha confessato il delitto ed è stato arrestato. Il delitto è avvenuto nell'abitazione della coppia, i cui rapporti - secondo i primi accertamenti dei Carabinieri - si erano deteriorati negli ultimi tempi.

Mariella Gili Vinardi era un'insegnante mentre il marito lavora per il Comune come operaio. La coppia viveva in una villetta bifamiliare in via Malone 17, insieme agli anziani genitori della donna. A coordinare le indagini sull'omicidio è il sostituto Procuratore della Repubblica di Torino Marco Sanini.

(ANSA)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carni e pesci in condizioni disastrose nel freezer: denuncia e maxi-multa al titolare di un ristorante

  • Scontro tra 3 auto, una vettura in una scarpata: due morti e quattro feriti

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Uomo ucciso a colpi d'arma da fuoco: assassino armato in fuga nei boschi

  • Aeroporto Torino, Air France lancia il volo per New York a un prezzo stracciato

  • Treno travolge un'auto al passaggio a livello: veicolo trascinato per 50 metri, una persona tra le lamiere

Torna su
TorinoToday è in caricamento