menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giuseppina Frascaria

Giuseppina Frascaria

Perde la vita sul tavolo operatorio del Gradenigo: indaga la procura

La donna doveva essere sottoposta all'asportazione del rene

E' morta pochi giorni fa in sala operatoria, al Gradenigo, e i parenti hanno presentato un esposto in procura. Giuseppina Frascaria, 72 anni e malata di cancro, si stava sottoponendo ad un'operazione chirurgica in laparoscopia per l'asportazione del rene malato quando qualcosa improvvisamente non ha funzionato e i medici non sono riusciti a salvarla.

I figli accusano l'equipe del professor Giovanni Muto, di aver reciso l'aorta alla donna mentre dall'ospedale arriva una versione diversa. La fragilità dei tessuti, non prevedibile e non rilevata dalla Tac eseguita in precedenza in altra sede, avrebbe causato un sanguinamento importante che i medici non hanno potuto arginare in alcun modo. A quel punto sarebbe arrivato il cedimento dell'aorta renale, a seguire il tentativo vano da parte del chirurgo vascolare, immediatamente interpellato, di esecuzione di un impianto protesico e purtroppo la conseguente morte della paziente.

La donna era malata di tumore ma le sue condizioni non erano gravi poichè il male era circoscritto e l'operazione sarebbe dovuta svolgersi senza particolari problemi. Sfortunatamente le cose sono precipitate e oggi la famiglia vuole vederci chiaro. Lunedì 20 novembre il medico legale eseguirà l'autopsia sul corpo di Giuseppina. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento