Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Ivrea

Muore a 33 anni per un trattamento dimagrante, condannato il trainer

Deceduta dopo tre ore di jogging e la sauna. Monica Muresan, infermiera nella vita, era madre di tre figli e si era affidata ad un personal trainer per perdere i chili di troppo. E invece le sedute severe le sono costate la vita

Pesava 98 chilogrammi Monica Muresan, infermiera e madre di tre figli trentatreenne, quando nel 2010 aveva deciso di sottoporsi ad un trattamento dimagrante pubblicizzato ad Ivrea. Perdere chili in poco tempo grazie a corsa, sauna e solo prodotti naturali. La donna aveva deciso che era arrivato il momento di mettersi sotto e perdere quei chili di troppo e per farlo si era affidata a Evasio G., un pensionato che si proponeva come il personal trainer che le avrebbe fatto raggiungere il risultato sperato e in pochissimo tempo. Ma qualcosa dopo quattro sedute di allenamento è andato storto. La donna, dopo aver fatto tre ore di jogging, si era recata al centro commerciale La Serra dove l'aspettava una sauna rilassante. E invece ha trovato la morte.

L'infermiera si era subito sentita male entrando in sauna, ma il suo trainer la aveva rassicurata. Il peggioramento aveva anticipato la chiamata d'urgenza al 118 che però non aveva fatto in tempo ad arrivare sul posto che Monica Muresan era già morta per per arresto cardiocircolatorio.

Questo succedeva quattro anni fa. In questo tempo c'è stata un'inchiesta in corso da parte della procura di Ivrea che ha portato prima al rinvio a giudizio del personal trainer e poi alla sua condanna. Un anno e tre mesi di reclusione per omicidio colposo. Decisivo quanto sostenuto da un medico, secondo cui una donna di quella mole non poteva sostenere un allenamento così pesante e una dieta così severa. Cosa che Evasio G. avrebbe dovuto sapere e invece aveva ignorato. L'uomo è stato inoltre anche condannato per esercizio abusivo della professione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore a 33 anni per un trattamento dimagrante, condannato il trainer

TorinoToday è in caricamento