rotate-mobile
Cronaca Barriera di Milano / Via Rondissone, 30

Mamma si getta nel vuoto con la figlioletta per scappare dall'incendio: morta la bimba di otto mesi

Inutili gli interventi chirurgici

È morta oggi, venerdì 19 giugno 2020, dopo una settimana di agonia e interventi chirurgici che comunque le avevano lasciato poche speranze Mame Anta Ndoye, la bambina senegalese di otto mesi trascinata dalla mamma di 34 anni in un volo dal balcone del condominio di via Rondissone 30 la mattina di venerdì 12.

La donna, che è fuori pericolo all'ospedale Giovanni Bosco, si era fatta prendere dal panico per un incendio nel vano ascensore che aveva provocato una cortina di fumo che aveva invaso l'intero palazzo. Gettarsi di sotto le era apparsa l'unica via di fuga anche se in realtà c'era al massimo il rischio di un'intossicazione lieve. 

Alla bambina, invece, è andata molto peggio perché nella caduta era sfuggita alla madre prendendo in pieno il colpo sull'asfalto. I medici dell'ospedale Regina Margherita, dove era arrivata dopo un iniziale passaggio al Maria Vittoria, avevano subito evidenziato una gravissima lesione cerebrale che, purtroppo, non le ha lasciato scampo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mamma si getta nel vuoto con la figlioletta per scappare dall'incendio: morta la bimba di otto mesi

TorinoToday è in caricamento