Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca San Donato / Corso Alessandro Tassoni

Partorisce al Maria Vittoria, mamma di 35 anni muore una settimana dopo

Dimessa con piedi e gambe gonfie, ma sembrava tutto normale. Nei giorni seguenti però i dolori sono aumentati fino a quando ha perso i sensi e la vita. La procura di Ivrea ha aperto un'inchiesta

La Procura di Ivrea ha aperto un fascicolo sulla morte di una donna di 35 anni, Angela Giannone, deceduta qualche giorno dopo aver dato alla luce un bambino e dopo essere stata dimessa dall'ospedale Maria Vittoria con gambe e piedi gonfi. E' morta all'improvviso davanti agli occhi della madre, del padre e del marito. Si è accasciata sul divano credendo di svenire, ma in pochi minuti il suo cuore si è fermato.

Come da prassi, prima di portarla in sala operatoria per farla partorire, le erano stati fatti tutti gli esami del caso e nulla aveva destato preoccupazione. Quello che ora vuole capire il pubblico ministero Giuseppe Drammis è se ci siano state complicazioni durante o dopo il parto. Per questo ha già disposto l'autopsia che verrà eseguita nei prossimi giorni.

Il parto è avvenuto il 2 aprile, dopo tre giorni in ospedale torna a casa. E' sabato 5 aprile, una settimana prima di morire. Angela esce dal Maria Vittoria senza riuscire ad indossare le scarpe per via dei piedi gonfi, ma sembra essere solo un "qualcosa" che passerà. Invece il gonfiore non passa. A questo si aggiungono dolori al petto e stanchezza, tanto che, per darle un po' di relax, viene portata nella casa di campagna di famiglia nel Canavese, nel comune di San Martino. Qui le cose però peggiorano rapidamente.

Tutti sono seduti al tavolo per pranzare e Angela dice che il dolore al petto si sta acutizzando. Si alza, ma presto è costretta ad accasciarsi sul divano e tra il panico dei familiari perde i sensi e poi la vita. Inutile la corsa dei soccorsi del 118, il cuore della donna si era già fermato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partorisce al Maria Vittoria, mamma di 35 anni muore una settimana dopo

TorinoToday è in caricamento