Due persone prese a morsi, ad una spaccato un piatto in testa: aggressore arrestato

A un ragazzo minorenne è stato staccato il lobo di un orecchio

Immagine di repertorio

Da una richiesta di chiarimenti alle mani. La lite è stata sedata dall’intervento dagli agenti della Squadra Volante nei pressi di un locale, tra via Fratel Teodoreto e via Piobesi, nel tardo pomeriggio di giovedì 4 giugno. Gli agenti individuano subito un volto a loro noto: un italiano di 39 anni con numerosi precedenti di polizia. Davanti a loro si presenta anche un ragazzo con il volto insanguinato, con ferite al capo e con il lobo dell’orecchio sinistro lacerato. 

Gli agenti ricostruiscono l’accaduto. La vittima, un ragazzino minorenne, accompagnato da un amico, si era presentato dal 39enne per avere spiegazioni circa alcuni commenti espressi su un suo familiare. Di tutta risposta, il 39enne avrebbe aggredito a calci e pugni il minorenne e, una volta a terra, lo avrebbe morso a una mano e all’orecchio distaccando parzialmente il lobo dal padiglione auricolare. Nell’aggressione sarebbe stato coinvolto anche l’amico del minorenne che è stato morso a un dito.

Inoltre l’aggressore, secondo quando accertato dagli agenti, avrebbe colpito il minorenne e l’amico con un tavolo in plastica e danneggiato l’auto con la quale sono arrivati. Mentre il minore stava tentando di rifugiarsi in auto, il 39enne lo aveva anche colpito con un piatto in testa. 
A seguito dell’intervento degli agenti, l’aggressore è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e denunciato per danneggiamento e possesso di armi.    

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le due vittime si sono poi recate in ospedale dove le ferite lacero contuse sono state giudicate guaribili in 14 giorni, nel caso del minore, e in tre giorni per quel che riguarda l’amico.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autoparco comunale, Palazzo Civico vende 127 veicoli mediante asta pubblica: l’elenco 

  • Omicidio-suicidio: uccide la moglie che si stava separando da lui e poi se stesso

  • Apre il nuovo centro commerciale: previsti un centinaio di posti di lavoro

  • Prodotti tipici, feste di via e festival: cosa fare a Torino sabato 26 e domenica 27 settembre

  • Suv impazzito travolge cinque pedoni davanti a un déhors: morta una donna

  • Blocchi auto per 37 comuni dal 1 ottobre 2020: varato il regolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento