Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Alberi abbattuti al Monte dei Cappuccini, Legambiente protesta

L'associazione critica il taglio di una ventina di piante dal Monte dei Cappuccini, e si domanda anche: "Quali nuove piantumazioni sono in programma? In che tempi?"

Sono stati abbattuti per favorire la vista su Torino dal Monte dei Cappuccini: un’operazione che ha dato alla città un panorama nuovo, prima oscurato dai rami delle piante che impedivano in parte l’affaccio dalla balconata del piazzale.

Legambiente, però, protesta: “E’ inaccettabile che l’abbattimento sia stato fatto esclusivamente per rendere più piacevole il panorama e non per ragioni legate allo stato delle piante – dichiara Federico Vozza, presidente del circolo Molecola di Legambiente – Gli alberi sono parte integrante del patrimonio della città e contribuiscono in modo sostanziale alla nostra qualità della vita. Chiediamo all’Amministrazione, con la stessa rapidità con cui ha proceduto agli abbattimenti, di rendere noti gli interventi con cui intende compensarli. Quali nuove piantumazioni sono in programma? In che tempi?”.

L’associazione ricorda poi la legge n. 10 del 14 gennaio 2013, che obbliga i Comuni con più di 15mila abitanti alla piantumazione di un albero per ogni bambino registrato all’anagrafe. “Torino riuscirà a rispettare la legge che prevede un albero per ogni nuovo nato?”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alberi abbattuti al Monte dei Cappuccini, Legambiente protesta

TorinoToday è in caricamento