menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bloccata in montagna dai cinghiali ma si salva grazie a un sms

La ragazza era salita in cima al monte Aquila ma durante la discesa si è imbattuta in un branco di cinghiali e non ha avuto il coraggio di proseguire

Tanta paura ieri per una giovane che nel pomeriggio è rimasta bloccata sul monte Aquila, nel comune di Giaveno, assediata da un branco di cinghiali. La ventitreenne, residente a Coazze, era salita nel primo pomeriggio sul sentiero che porta alla cappella, in cima alla montagna ed è durante la discesa, a quota 1750 metri, che si è imbattuta nei cinghiali.

La ragazza si è spaventata e non ha avuto il coraggio di proseguire. Ha deciso così di avvisare i Carabinieri che a loro volta hanno girato la sua telefonata al 118. La squadra di soccorso della Valsangone è stata avvertita dalla centrale di Torino, ricevendo le coordinate GPS del luogo in cui era rimasta bloccata la giovane e grazie al sistema SMS Locator, è stata ritrovata.

Un metodo utile ovviamente se c'è segnale telefonico ed è presente la connessione internet. Il sistema permette di mandare un sms al possessore del cellulare e quando la persona accetta la richiesta di indivuarne la posizione, il soccorso ottiene le coordinate geografiche precise del punto in cui si trova.

La protagonista della brutta avventura è stata poi riaccompagnata dai suoi soccorritori fino alla sua auto ed è rientrata a casa, sana e salva. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Telepass Store, a Torino aperto il secondo punto vendita in Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento