Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Moncalieri si candida a ospitare il Festival del Jazz 2017

Dopo la notizia della chiusura della kermesse torinese, il sindaco Montagna è pronto ad accogliere l'evento nella sua città

Torino durante il Jazz Festival 2015

Anche Paolo Montagna non ci sta e lancia l'idea: trasferire il Jazz Festival che dal 2017 
 - è notizia dei giorni scorsi - non sarà più a Torino, nella vicina Moncalieri. Il sindaco della cittadina, reduce dalla Notte Nera del jazz di sabato scorso che ha dato il via alla XIX edizione del Moncalieri Jazz Festival, è pronto a fare uno sforzo e a fare in modo che per il suo ventesimo compleanno, la kermesse diventi un evento unico nel torinese, ancora più grande e più accattivante.

"L’alternativa non è chiara - ha dichiarato Montagna - e di certo questa volta non è Milano, che proprio in questi giorni inaugura il suo JazzMI. Da 19 anni il Festival di Moncalieri porta in piazza la grande musica jazz, con un calendario di eventi alla portata di tutti".  D'accordo con il primo cittadino è Ugo Viola, fondatore della rassegna moncalierese: "Moncalieri si candida a diventare la casa del jazz piemontese - ha dichiarato -: è necessario preservare questo grande patrimonio del nostro territorio". 

Mentre lo scorso fine settimana la cittadina confinante con il capoluogo si preparava ad accogliere 10mila persone per la Notte Nera del jazz, si è diffusa la voce che il Torino Jazz Festival nel 2017 non si farà più. Una notizia che era già nell'aria, secondo molti, poiché la sindaca Chiara Appendino, quando si trovava all'opposizione si è detta sempre contraria all'evento.

L'ennesima 'mazzata' comunque, dopo la perdita della mostra di Manet e l'annuncio che l'anno prossimo, con ogni probabilità salterà anche l'appuntamento estivo con il Classical Music Festival. E se qualche mese fa era circolata l'idea che la kermesse del jazz avrebbe inaugurato la trentesima edizione del Salone del Libro, oggi quello che si sa è che a dare il via alla fiera letteraria, saranno sì e no una manciata di concerti.

Un evento molto ridotto rispetto ai 130 concerti garantiti dal Torino Jazz Festival dell'ultima edizione, diretto da Stefano Zenni al quale è stato chiesto comunque di collaborare: " Sono profondamente dispiaciuto - ha detto - che si concluda in modo così brusco una esperienza di cinque anni che ha posto Torino tra le migliori d'Europa in questo ambito. Nei prossimi giorni avrò un incontro per saperne di più... e poi deciderò il da farsi". 

E intanto su Chance.org la petizione lanciata da Eleonora Lanzi " Salviamo il Festival Jazz 2017" ha già raccolto 800 firme in poche ore. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moncalieri si candida a ospitare il Festival del Jazz 2017

TorinoToday è in caricamento